scrivimi
Pordenone, lì venerdi 20 ottobre 2017






INVESTIRE IN POLONIA E IN UNGHERIA. LE CONDIZIONI DI CUI POTREBBE GODERE ELECTROLUX



Le informazioni di seguito riportate sono state fornite dalle ambasciate d'Italia a Varsavia e a Budapest. Il senatore Lodovico Sonego ringrazia l'ambasciatrice a Budapest Maria Assunta Accili e l'ambasciatore a Varsavia Riccardo Guariglia per la preziosa collaborazione assicurata.

Si rammenta che Electrolux, nel comunicato del 25 ottobre 2013, ipotizza di delocalizzare la produzione di lavabiancheria a Olawa e quella di lavastoviglie a Zarow. Entrambe le cittadine polacche sono collocate nella ZES (zone economica speciale) di Wałbrzych vicino alla città di Wrocław.

La ZES è collocata vicino al confine con la Repubblica Federale Tedesca e vicino alla Repubblica Ceca. Ulteriori informazioni su quella specifica zona speciale si possono trovare consultando il sito www.invest-park.com che dispone anche di una versione in inglese.

Electrolux ipotizza di delocalizzare la produzione dei frigoriferi della piattaforma Cairo3 nella località ungherese di Jászberény. Ulteriori informazioni sull'economia ungherese si possono rintracciare sul sito www.economia.hu che proprio in questi giorni annuncia come molto imminente l'arrivo di Ungheria di una consistente quota di produzione dei frigoriferi Electrolux di Susegana (TV).

Il sito è in lingua italiana ed è destinato a sollecitare le delocalizzazioni italiane.