Pordenone, lì 03.06.2016


        www.lodovicosonego.it
  SONEGO A SARAJEVO
INCONTRO CON MINISTRO DELLA SICUREZZA E AMBASCIATORE USA


Accolta la proposta italiana di un Master plan per la connettività
 
  Importanti risultati della Delegazione parlamentare italiana presso CEI-INCE, presieduta dal Senatore Lodovico Sonego, nei lavori assembleari e nei colloqui bilaterali svoltisi a Sarajevo il 30 e 31 maggio.

Il senatore Sonego ha dapprima incontrato il ministro della sicurezza della Bosnia Erzegovina Dragan Mektic discutendo di un programma nazionale sostenuto dalla comunità internazionale per la raccolta e la distruzione delle armi usate nel conflitto bosniaco e tutt'ora in circolazione. Sonego ha successivamente incontrato l'ambasciatrice statunitense Maureen Cormack per un reciprocamente apprezzato scambio di opinioni sulla stabilizzazione della regione e gli accordi di Dayton.

L'Assemblea parlamentare era stata convocata per un approfondimento specifico sulla questione della connettività nei Balcani Occidentali: politica dei trasporti, delle comunicazioni e dell'energia.

La riunione si è svolta in una quadro generale che vede accentuarsi in gran parte dell'area dell'ex Yugoslavia le tensioni politiche; si tratta di tensioni tra stati e interne.

L'azione italiana a Sarajevo ha teso a fare in modo che il proposito di sviluppare la connettività negli stati dei Balcani Occidentali venga perseguito sulla base di una forte impostazione regionale e unitaria che affermi il criterio del multilateralismo e dell'integrazione regionale anzichè l'approccio nazionale.

Gli emendamenti italiani alla risoluzione finale, tutti accolti, affermano che le iniziative nazionali/unilaterali hanno assai meno possibilità di essere finanziate dall'Unione europea rispetto a progetti condivisi su scala regionale.

Lo strumento proposto e accolto è quello di un master plan unitario che includa l'intera area Alpina-Adriatica-Balcanica: la definizione dell'area implica che il master plan include anche Italia e Austria.

L'approccio regionale del master plan e il suo contributo alle politiche di integrazione sono motivo per rafforzare l'eleggibilità dei progetti ivi inclusi al finanziamento e al cofinanziamento comunitario.

Gli emendamenti italiani assegnano al Segretariato CEI-INCE il rilevante ruolo di cabina tecnica, di regia e coordinamento, per l'allestimento del master plan cooperando con i coordinatori europei di corridoio e la Commissione.

L'ultimo emendamento impegna la dimensione parlamentare a focalizzare la sua attenzione anche sull'area Nord Orientale di CEI-INCE considerato che recentemente sembra essere prevalso invece l'impegno per i Balcani Occidentali.

 
     
 

 

RISPETTO LA VOSTRA PRIVACY. Questo messaggio di posta elettronica ha come unico scopo quello di tenervi informati sulla mia attività di politico. In quest'ottica vi prego di accettare le mie più sincere scuse se questa e-mail non è di vostro interesse. Questo messaggio è stato inviato singolarmente, in modo che il vostro indirizzo non appaia accomunato a quello di altri, nel rispetto del Decreto Legge 196/03. I dati che vi riguardano vengono trattenuti presso la struttura informatica che supporta www.lodovicosonego.it e sono protetti ed oggetto di custodia da parte del sottoscritto. Se non intendete ricevere da me ulteriori notizie, vi prego di scrivere a  staff@lodovicosonego.it   indicando nell'oggetto o nel testo la parola CANCELLA. Vi ringrazio per il tempo che avete voluto dedicare alla lettura di questa nota informativa.

Lodovico Sonego